Unione dei Comuni della Bassa Romagna. In arrivo contributi per gli esercenti che rinunciano alle slot

2018-11-29T16:01:37+00:0029/11/2018|

A partire dal 29 novembre le imprese della Bassa Romagna che intendono rimuovere gli apparecchi dedicati al gioco d’azzardo potranno richiedere appositi contributi. La giunta dell’Unione ha infatti aderito a “Slot Free Er”, la campagna regionale di contrasto al gioco d’azzardo patologico cofinanziata dalla Regione Emilia-Romagna.

L’importo del contributo concedibile sarà di 800 euro per gli esercizi che già espongono il marchio “Slot Free ER”, 1.600 euro per ogni esercizio ubicato a meno di 500 metri dai luoghi sensibili e 2.000 euro per ogni esercizio ubicato a più di 500 metri dai luoghi sensibili.

Le domande di ammissione al contributo devono essere presentate utilizzando il facsimile disponibile sul sito www.labassaromagna.it; la domanda deve essere firmata digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa richiedente e inviata esclusivamente tramite Pec all’indirizzo  pg.unione.labassaromagna.it@legalmail.it, indicando nell’oggetto “Denominazione impresa – Bando Slot Free – domanda ammissione contributo”.

Ai destinatari dei contributi sarà attribuito anche il marchio Slot Free ER.

image_pdfimage_print