Sulle violenze a Villa Cesarea, la dichiarazione di Fipac-Confesercenti

2019-06-12T16:02:24+00:0012/06/2019|

Alla luce degli efferati episodi di violenza su anziani avvenuti nella casa famiglia Villa Cesarea a Ravenna, la FIPAC Regionale (il sindacato dei pensionati aderente a Confesercenti) oltre a deplorare i fatti accaduti e le persone coinvolte, chiede alle Autorità competenti e alle Amministrazioni territoriali controlli più serrati affinché questi episodi non si verifichino più.
“La discriminazione agli anziani – dichiara Paola Roccati, Presidente Fipac dell’Emilia Romagna – è un atteggiamento che denota mancanza di empatia, di cultura, di umanità in una società sempre più egoista irrispettosa tendente solo al proprio personale benessere calpestando i deboli e i diversi. Queste strutture devono essere luoghi di serenità per chi vive gli ultimi giorni della propria vita”.
Questo orribile evento non deve, in alcun modo, mettere in cattiva luce le tante strutture che si occupano di prendersi cura dei nostri anziani con professionalità e gentilezza.

image_pdfimage_print