A seguito di una serie di incontri con le categorie e di uno specifico focus richiesto al Sindaco Michele de Pascale e all’Assessore al turismo Giacomo Costantini su quali priorità dare, dopo questo anno orribile, per supportare la ripresa del comparto più rapidamente possibile, i Presidenti di Federalberghi Ravenna Raffaele Calisesi e di Assohotel Filippo Donati hanno individuato una serie di proposte su come utilizzare i proventi dell’imposta di soggiorno, formalizzate attraverso una lettera inviata oggi.

Ecco di seguito tutte le proposte:

  • Supporto economico per navetta da aeroporto Forlì a Ravenna e ritorno con prenotazione obbligatoria cercando le forme di cofinanziamento con le risorse pubbliche come ad es. la LR n 41/97.
  • Valutazione nuove modalità di collegamento con aeroporto Bologna in seguito alla messa in opera del people mover e potenziamento collegamenti ferroviari con verifica e calcolo della rottura del carico.
  • Sviluppare iniziative (eductour e informazioni turistiche) in tutte le destinazioni dell’aeroporto di Forlì con operatori turistici e giornalisti anche per promuovere il brand “Ravenna e le sue spiagge”. Analoghe iniziative anche con gli aeroporti di Rimini e Bologna.
  • In funzione della data della possibile riapertura al turismo delle regioni italiane, allorquando sarà ufficializzata, si chiede una forte campagna promozionale per il nostro territorio per favorire la capacità di attrattività dei lidi e della città d’arte anche in coordinamento con Apt servizi e destinazione Romagna.
  • Completamento progetto di installazione di segnaletica di promozione turistica e della destinazione “Ravenna e le sue spiagge” sulle direttrici di accesso al territorio quali autostrade, principali vie di accesso ecc. già presentato agli assessori al turismo e viabilità per il completamento con sei cartelli mancanti.
  • Realizzazione di un sito informativo in chiave turistica visualizzabile su smartphone per coloro che soggiornano nel territorio che promozioni, oltre a quanto già presente nel sito del Comune, gli eventi più rilevanti del momento. Per questo sarebbe utile anche mettere online la pubblicazione Welcome Ravenna. A questo proposito visto il buon lavoro presentato dall’assessorato al turismo negli ultimi incontri, sarebbe utile trasformare questo lavoro in video esperienziali o altro materiale che possano essere proposti sia dagli imprenditori turistici ai loro clienti sia come materiale istituzionale.
  • Coinvolgimento di Diocesi, Opera di Religione, Fondazione Ravenna Manifestazioni, Ravenna Antica e polo museale dell’Emilia Romagna in un apposito tavolo di confronto affinché siano coordinati gli sforzi di promozione del territorio e dei siti Unesco.
  • Dare seguito al punto precedente mediante la realizzazione di cartellonistica digitale nei punti strategici della città e dei lidi che potranno essere individuati dall’amministrazione e discussi con le associazioni del settore ricettivo.
  • Rafforzare i periodi di bassa stagione per la città d’arte (novembre – febbraio) e dei lidi maggio e settembre con idonee iniziative ed eventi in ambito culturale, sportivo e turistico nonché attuare un’idonea campagna promozionale (anche a mezzo stampa e Tv)non appena la situazione epidemiologica garantirà la mobilità tra regioni. Sarebbe utile individuare una apposita metodologia che favorisca l’apporto di iniziative in tal senso anche proposte da privati.
  • Particolare attenzione al decoro urbano sotto il profilo della gestione delle aree verdi e della raccolta rifiuti e uniformare i presidi per la raccolta rifiuti (es. unico cestino per il centro storico della città). Su questa tematica riterremmo utile un coordinamento tra assessorato al turismo con gli assessorati competenti.
  • Favorire nelle assegnazioni dei contributi dell’amministrazione comunale quelle iniziative che si prefiggono l’animazione serale della città e dei lidi, mediante il coinvolgimento dei giovani che possano esibirsi in piccoli concerti o attività d’intrattenimento. Questo potrebbe avvenire anche mediante un algoritmo che preveda numero di visitatori/ospiti ed altri dati che ne riportino il “peso” turistico. Utile anche una valutazione ex post dovrebbe dell’iniziativa.
  • Effettuare annualmente interventi di manutenzione dell’arredo pubblico, dei marciapiedi, delle piste ciclabili nella città e nei lidi con particolare attenzione alla sostituzione dei materiali deteriorati, ammalorati e obsoleti. Per i lidi occorre un piano straordinario per la messa in sicurezza delle strade rovinate e rese pericolose per il transito di mezzi e pedoni dalle radici dei pini in particolare a Marina di Ravenna, Marina Romea, Punta Marina, Lido di Classe e Lido Adriano. Su questa tematica riterremmo utile un coordinamento tra gli assessorati competenti e le associazioni trovando anche momenti di collaborazione con le delegazioni territoriali.

Di conseguenza nei lidi si segnalano come urgenti per l’inizio della prossima stagione i seguenti interventi.

Lido di Savio:

  • Viale Romagna; ripristino del degrado del marciapiede, della pista ciclabile e della sede stradale
  • Radici; mettere in sicurezza le strade e marciapiedi danneggiati dai pini che provocano inciampi pericolosi lungo i marciapiedi, buche nella sede stradale e nella pista ciclabile così come su alcuni incroci stradali.

Lidi Nord:

Marina Romea:
Problema principale degrado delle strade e dei marciapiedi, quando realizzati, dalle radici degli alberi.
Oltre a ciò si chiede:

  • maggior presenza di bidoni nella zona della valle e conseguente controllo e smaltimento dei rifiuti. Ogni volta i pochi cestini presenti sono sempre pieni stracolmi e la gente finisce per abbandonare i rifiuti per terra.
  • manutenzione più costante della valle.
  • mettere in sicurezza il parco per bambini in viale Italia con il posizionamento dei cancelli a protezione delle uscite di questi sulla strada.
  • risolvere l’inadeguatezza dei collegamenti con Ravenna in bassa stagione e nei giorni festivi.

Lido Adriano:

  • nell’ambito dell’intervento di riqualificazione di fondo del marciapiede e illuminazione di Viale Virgilio, procedere con la sistemazione (manutenzione o sostituzione) di aree raccolta rifiuti e panchine posizionate lungo il viale.

Lido di Classe:

Problema principale degrado delle strade e dei marciapiedi, quando realizzati, dalle radici degli alberi.

  • sistemare e curare la pineta all’interno del centro della località, comprese le aree verdi attrezzate, soprattutto per quanto riguarda la sicurezza dei giochi installati. A tal proposito prevedere la possibilità di inserire giochi nuovi, di curare meglio il verde circostante e gli avvallamenti e le buche del fondo delle aree.

Marina di Ravenna:
Problema principale degrado delle strade e dei marciapiedi, quando realizzati, dalle radici degli alberi.

  • Evitare che i posti auto sul viale lungomare e in adiacenza alla diga foranea diventino delle vere e proprie aree di sosta camper abusive. Per questo motivo si chiede l’installazione di appositi divieti di sosta per i camper, consentendo in piazza del Marchesato, la sosta dei camperisti che non si vogliono rivolgere ai campeggi della località

Punta Marina Terme:
Problema principale degrado delle strade e dei marciapiedi, quando realizzati, dalle radici degli alberi.

  • individuare e predisporre parcheggi in previsione dell’ammanco di posti auto derivante dai lavori del Parco Marittimo.