FONDO PENSIONI 

 

 

Cos'è il Fondo Pensione

La recente riforma del sistema previdenziale ha introdotto nel nostro paese i "fondi pensione". MARCO POLO, costituito da Confesercenti e da AICA, Federterme e Federturismo di Confindustria unitamente alle Organizzazioni Sindacali FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL e UILTuCS-UIL, è il fondo pensione complementare nazionale a capitalizzazione individuale riservato ai 

lavoratori del turismo, terziario e servizi nei cui confronti si applicano i contratti collettivi nazionali di lavoro firmati dalle organizzazioni sopra indicate.
MARCO POLO ha lo scopo esclusivo di erogare ai lavoratori iscritti una pensione aggiuntiva rispetto alla pensione INPS.
È un’associazione senza fini di lucro i cui organi di amministrazione e controllo sono eletti dai lavoratori iscritti a MARCO POLO e dalle loro aziende.
 
Come funziona

L’iscrizione a MARCO POLO è volontaria. A seguito dell’i-scrizione sarà aperto, a nome dell'aderente, un "conto pensionistico individuale" su cui affluiranno i contributi versati ed i relativi rendimenti, ottenuti per effetto della gestione finanziaria effettuata da società specializzate.

Al momento del pensionamento l'aderente al Fondo ha diritto alla pensione complementare oppure ad un mix tra pensione e capitale, secondo le sue effettive esigenze.

In tutti i casi di interruzione del rapporto di lavoro con l’azienda, il socio di Marco Polo avrà diritto, senza alcuna penalizzazione, al rimborso integrale di quanto maturato (contributi più rivalutazioni), al netto delle trattenute fiscali, oppure al trasferimento della sua posizione pensionistica presso un altro fondo pensione.

I contributi da versare

I versamenti a MARCO POLO sono fissati dai contratti collettivi nazionali di lavoro.

I versamenti sono costituiti da un contributo a carico dell’azienda, un contributo a carico del dipendente e da una quota del trattamento di fine rapporto (TFR) che matura dopo l'iscrizione al Fondo Pensione. Solo chi si iscrive a MARCO POLO ha diritto al contributo dell’azienda.

Vediamo insieme un esempio riferito ad un lavoratore con una retribuzione lorda annua di L. 25 milioni:

  • contributo azienda pari allo 0,55% della retribuzione lorda cioè L. 137.500
  • contributo lavoratore pari allo 0,55% della retribuzione lorda cioè L. 137.500
  • versamento da T.F.R. pari al 3,45% della retribuzione cioè L. 862.500

Pertanto i contributi che confluiscono annualmente nel conto pensionistico individuale sono pari a L.1.137.500 sui quali maturano ogni anno le relative rivalutazioni.

I vantaggi fiscali

I contributi versati dall’azienda e quelli versati dal lavoratore associato a MARCO POLO sono deducibili dal reddito complessivo ai fini IRPEF e consentono, per-tanto, un risparmio fiscale pari all’aliquota dell’ultimo scaglione del suo reddito.

Esempio N°1

  • Retribuzione annua: L. 25.000.000 (aliquota marginale IRPEF 24%)
    (comprensiva del contributo dell’azienda)
  • Contributo a carico dell’azienda L. 137.500
    (0,55% della retribuzione)
  • Contributo a carico del lavoratore: L. 137.500
    (0’55% della retribuzione)
  • Risparmio fiscale: L. 66.000
    Costo effettivo netto in busta paga: L. 71.500

Con il contributo di L.71.500 all’anno (cioè L. 6.000 al mese circa), il versamento complessivo a MARCO POLO sarà pari a L. 1.137.500 (L. 275.000 + L. 862.500 di TFR).

Esempio N°2

  • Retribuzione annua L. 40.000.000 (aliquota marginale IRPEF 32%)
    (comprensiva del contributo dell’azienda)
  • Contributo a carico dell’azienda L. 220.000
    (0,55% della retribuzione)
  • Contributo a carico del lavoratore L. 800.000
    (2% della retribuzione)
  • Risparmio fiscale L. 326.400
    Costo effettivo in busta paga L. 473.600

Con il contributo di L. 473.600 all’anno (cioè L.40.000 al mese circa), il versamento complessivo a MARCO POLO sarà pari a L. 2.400.000 ( L. 1.020.000 + L. 1.380.000 di TFR ).

Al recupero fiscale provvede l'azienda direttamente in busta paga senza che il dipendente debba compilare appositamente il Mod.730 o il modello Unico.

Inoltre, il versamento a MARCO POLO non si cumula, ai fini della deducibilità fiscale, con eventuali altre polizze vita e/o infortuni, e ciò consente di continuare ad usufruire interamente della detrazione d’imposta del 19% che spetta sulle polizze vita (cioè fino a Lit. 475 mila annue), purché stipulate entro il 31/12/2000.

Infine, anche sulle prestazioni del fondo pensione (pensione o capitale) è previsto un regime fiscale agevolato.

Inoltre, così come previsto per il T.F.R. in azienda, dopo 8 anni di iscrizione a MARCO POLO il socio potrà richiedere, per fare fronte a spese mediche o per l’acquisto e la ristrutturazione della prima casa, un’anticipazione di tutto quanto versato più le relative rivalutazioni maturate.

Aderire a Marco Polo

L’adesione a MARCO POLO è volontaria e per iscriversi è sufficiente consegnare all'azienda il modulo di adesione. Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere al Fondo o alle Associazioni Imprenditoriali e Sindacali promotrici del Fondo Marco Polo.

Aderire a MARCO POLO consente di:
- garantirsi una pensione aggiuntiva a quella INPS
- ottenere il contributo dell'azienda
- investire in modo conveniente parte del reddito e del T.F.R.
- beneficiare di un forte risparmio fiscale

Organizzazioni istitutive

  • AICA Associazione Italiana Catene Alberghiere.
    Viale Pasteur, 10 Roma - tel. 06-5913523
  • CONFESERCENTI Confederazione Italiana Esercenti Attività Commerciali, Turistiche e dei Servizi.
    Via Nazionale, 60, Roma - tel. 06-4725116
  • FEDERTURISMO Federazione Nazionale dell’Industria dei Viaggi e del Turismo.
    Viale Pasteur, 10, Roma - tel. 06-5911758
  • FEDERTERME Federazione Italiana delle Industrie Termali e delle Acque Minerali Curative.
    Via Piemonte, 39 , Roma - tel. 06-42010666
  • FILCAMS Federazione Italiana Lavoratori Commercio, Alberghi, Mense e Servizi.
    Via Leopoldo Serra, 31 ,Roma - tel. 06-5839311
  • FISASCAT Federazione Italiana Sindacati Addetti Servizi Commerciali Affini e del Turismo.
    Via Livenza, 7, Roma - tel. 06-8541042
  • UILTuCS Unione Italiana Lavoratori Turismo Commercio e Servizi.
    Via Nizza, 154, Roma - tel. 06-84242205

 

 

Ritorna